Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Analisi Tecnica

Investire nel Forex con i grafici Kagi

Sebbene i grafici con le candele giapponesi rappresentino la via preferenziale per tutti gli investitori che desiderano poter proficuamente impiegare il proprio tempo nella realizzazione di accurate strategie di trading, partendo proprio da tali osservazioni statistiche, è bene ricordare che ogni trader è in realtà libero di scegliere l’approccio grafico che preferisce, sulla base delle informazioni che da esso riesce a trarre in maniera semplice, efficace e tempestiva. In tal proposito, vediamo oggi in che modo poter investire sul Forex attraverso l’utilizzo dei grafici Kagi.

Formazioni a bandiera con le opzioni binarie

guadagnare soldi

Le candele giapponesi sono molto utili nel trading binario e ci aiutano a capire come interpretare i trend di mercato, in senso rialzista o ribassista. Vediamo, ad esempio, una figura molto ricorrente che è rappresentata dalle “formazioni a bandiera”. Ecco come bisogna ragionarci.

Un esempio di formazione a bandiera

Vediamo un caso di formazione a bandiera, a suo modo singolare, con il mercato delle commodities che ultimamente sta come seguendo l’effetto-greggio, spingendosi verso livelli bassi delle quotazioni, ai minimi. L’unica materia prima che sta, come dire, mantenendo un certo livello di prezzo è l’oro, la cui domanda è sostenuta in questi ultimi periodi anche a causa della questione dell’instabilità politica della Grecia, da cui si attendono nuove decisioni, nonché lo snodarsi dei rapporti con l’Unione Europea.

Il sistema migliore per fare trading in opzioni binarie

azioni-in-opzioni-binarie

Cerchiamo di capire quali sono gli approcci giusti da utilizzare con le opzioni binarie. Innanzitutto, premettiamo che non esiste un modo migliore ed universale per guadagnare con le opzioni binarie.

Già tale fisima in passato sovvenne ad un trader professionista che volle dimostrare la possibilità di ottenere guadagni di un certo livello anche da parte di chi era senza esperienza nel mondo del trading. Congegnò una serie di regole e le incorporò in quello che conosciamo oggi come “Turtle System”.

Il fatto sta che inizialmente il suo esperimento sembrava funzionare ma nel tempo cominciarono ad esserci le prime falle. Siccome l’intento era, appunto, di creare un “sistema migliore” per fare trading binario, oggi cerchiamo di capire perché non poteva essere migliore degli altri e perché non esiste un sistema migliore per le opzioni binarie.

Forex: Come costruire i livelli Camarilla?

forex camarilla

Il mercato obbligazionario ed azionario presenta delle rilevanti divergenze, rispetto al mercato del forex, più liquido e forse meno di routine.

Ciò nonostante si è ben riusciti nell’impresa di adattare strumenti di analisi tecnica, richiedenti un’ottica statica e di medio/lungo termine, ad esigenze di più breve gittata (anche intra-day), come il Forex.

La scuola di pensiero dinamica del Forex pone le sue radici nell’identificazione di un “punto di rotazione” (in gergo, detto neckline), alla base dell’osservazione del movimento dei prezzi intraday nel suo sentiero secondario, rispetto al trend dominante di medio/lungo termine.

Utili, a tal proposito, i livelli di Fibonacci, i punti Pivot ma anche senz’altro i livelli Camarilla (e forse anche di più) di cui elencheremo, in sintesi, le principali caratteristiche.

Teoria di Dow spiegata in parole semplici

Il mercato sembra seguire dei trend, o dei sentieri di routine che possono essere studiati e capiti, volta per volta. E tale concezione empirica di mercato implica che i prezzi riflettano non solo il passato ma anche il futuro.

L’asimmetria informativa non è colpa dei prezzi. Non tutti sono d’accordo sulla portata universale della teoria di Dow e vedremo perché.

La teoria di Dow

Sì, fondamentalmente il fatto di dire che il mercato segua per sua ciclicità (ciò dipende però anche dal sottostante) dei trend, vuol dire dare maggiore priorità, con la teoria di Dow, alla strategia di “Trend Following”, rispetto a quella, ugualmente diffusa, di andare contro-corrente il mercato.

Continuation pattern: le strategie per utilizzare i rettangoli

rettangolo supporto e resistenza

Abbiamo individuato con il nostro grafico (non c’è per forza bisogno delle candele giapponesi) una forma di rettangolo, anteponendo e posponendo ai swing dei prezzi due linee parallele, di modo che sembri un’area rettangolare, delimitata da un livello di supporto ed un livello di resistenza dei prezzi (rettangoli).

Come ci dobbiamo comportare e come possiamo sfruttare tali segnali, se buoni?

Qual è la strategia giusta con i rettangoli?

Si possono sfruttare anche le fasi laterali o di consolidamento del mercato. In questo caso, chiaramente cercheremo di cavalcare il trend secondario acquistando o vendendo a seconda che ci troviamo nella parte inferiore o superiore dei rettangoli.

Doppio massimo sull’indice azionario S&P500

Strategie opzioni

La chiusura delle borse americane di venerdì è stata leggermente negativa. L’indice Dow Jones ha perso lo 0,17%, mentre l’indice S&P500 ha evidenziato una flessione dello 0,3%.

Ciò che risulta interessante analizzare, in base a questi dati, è che entrambi gli indici avevano raggiunto top intraday significativi per poi invertire la rotta. In particolare l’S&P500 ha aggiornato i massimi storici, sfiorando quota 1.884 punti.

Questo indice azionario ha formato una figura di inversione dell’analisi tecnica tradizionale molto nota a investitori e trader di breve termine. Si tratta del doppio massimo (o inversione a M), che in questo caso si è completato a due settimane di distanza.

In realtà manca ancora il segnale di attivazione del pattern grafico summenzionato, che si avrebbe con la discesa sotto 1.839,50 punti. In ogni caso un primo segnale di proseguimento del trend emergente ribassista si avrebbe con la violazione del minimo dell’ultima candela, ovvero 1.863 punti.

Come stabilire i target di profitto con le medie mobili

bande di bollinger

Il fattore determinante nell’attività di trading, che favorisce il successo nel lungo periodo, è senza alcuna ombra di dubbio il money management. Questa disciplina si compone di due branche fondamentali: il risk management e il position sizing.

Nel primo caso è necessario che il trader stabilisca la gestione della posizione prima di entrare sul mercato, fissando lo stop loss e il take profit. Nel secondo caso bisogna capire quanto investire in ciascun trade. La gestione del rischio è sicuramente decisiva per sopravvivere finanziariamente nel lungo termine e per generare profitti. Tuttavia, una delle massime del trading è quella di lasciar correre i guadagni il più lungo possibile.

Come facciamo a capire quando uscire da una posizione vincente? Spesso capita di farlo troppo presto, altre volte troppo tardi. L’uscita ottimale da un trade è fondamentale per generare extra-profitti. Un supporto importante in questa attività decisionale arriva dall’analisi tecnica e in particolare dagli indicatori del trend più noti: le medie mobili.