Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Come funziona il pattern “counterattack lines”

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Oggi andiamo ad analizzare un pattern della candlestick analysis basato sui gap, ovvero un contesto di mercato in cui non avviene alcuna contrattazione in una determinata fascia del prezzo. Il pattern che studieremo è quello dei counterattack lines. In pratica il mercato tende a svilupparsi dalla parte opposta rispetto alla direzione inizialmente identificata dal gap.

Il pattern in questione appartiene alla famiglia delle “meeting lines”, caratterizzato dalla sostanziale corrispondenza tra le chiusure di due candele di colore opposto. Le counterattack lines identificano un’inversione del mercato. Sono piuttosto rare nella forma, ma quando appaiono consentono al trader di ottenere profitti molto elevati.

La versione rialzista del pattern viene chiamata bullish counterattack ed è anche quella che andremo ad esaminare tra poco, aiutandoci con un esempio grafico avvenuto sul mercato forex. Per avere questo pattern rialzista è necessario prima di tutto che sia presente un trend di fondo bearish.

La prima candela del pattern deve essere di colore rosso. L’apertura del giorno successivo continua a identificare uno scenario di mercato molto ribassista, in quanto avviene un forte gap down. Tuttavia, questa condizione di ipervenduto favorisce la chiusura di precedenti posizioni short di breve-medio periodo e l’apertura simultanea di posizioni long.

Il mercato si trova così nella condizione più favorevole per invertire il trend e a fine giornata avverrà la chiusura del gap, corrispondente tra l’altro al closing della seduta precedente. Il pattern si completa, dunque, con una long candle rialzista che ha la chiusura uguale (o quasi) alla chiusura del giorno prima.

bull counterattak

Per comprendere meglio questo pattern della candlestick analysis andiamo a dare un’occhiata al grafico giornaliero del tasso di cambio NZD/USD, ovvero il dollaro neozelandese sul dollaro statunitense (il cosiddetto Kiwi). Il bullish counterattack si forma anche su una zona di supporto daily rilevante, per cui le probabilità di successo di una transazione long aumentano a dismisura. Nei giorni successivi alla formazione di questo segnale di inversione, i prezzi saliranno tantissimo passando da poco più di 0,78 a oltre 0,8150.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *