Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Come scegliere un broker opzioni binarie?

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

scegliere un broker binario

Non tutte le piattaforme di opzioni binarie hanno le stesse caratteristiche. Ecco alcuni criteri per imparare a valutare i broker e scegliere quello su misura delle proprie esigenze.

La licenza europea è importante

Il primo dettaglio che non deve passare sott’occhio è la liceità dell’operato, nonché l’autorizzazione ad operare in territorio europeo. Quindi, vi deve essere licenza Consob o analoghe europee (ad es. Cysec).

Solitamente, troverete tali indicazioni, con specificazione del numero della licenza, della denominazione della società proprietaria, dell’autorità garante che ha rilasciato la licenza, in calce al sito de broker che figura nell’elenco delle imprese d’investimento.

La regolare autorizzazione è importante, dato che le società che l’hanno ottenuta, sono vincolate a rispettare certi requisiti di consistenza patrimoniale e di capitalizzazione che garantiscono meglio gli investitori.

Le condizioni applicate da ogni piattaforma non sono le stesse

Ogni broker può imporre condizioni diverse. Solitamente, l’area di consultazione veloce delle principali regole è quella delle faq che viene suddivisa in sezione banking, trading, depositi e prelievi, dubbi di natura tecnica. Per ogni quesito le migliori piattaforme possono essere contattate direttamente nell’apposito spazio, o spesso anche via chat live.

Informatevi su ogni eventuale condizione posta dal broker come deposito minimo, eventuali limiti massimi o minimi di prelievo, politica dei bonus e vincoli comportati dall’accettazione del bonus, eventuali commissioni di trading, vantaggi esclusivi per tipologia di profilo. Alcune piattaforme potrebbero ad esempio prevedere dei vincoli temporali di utilizzo (se entro tot tempo, non viene effettuata nessuna movimentazione di trading, il conto passa ad inattivo).

Non tutte le piattaforme si basano sul deposito minimo. OptionWeb, classifica il profilo cliente, a seconda del deposito cumulato. Ciò significa che man mano che accumulerete soldi sul vostro conto avanzerete automaticamente a profili conto successivi, remunerati. Il vincolo principale, però, affinché si possa man mano riscattare il cash back periodico è rappresentato dal volume di trading, ovvero i risultati complessivi (e non netti) generati con l’attività di trading per unità di operazioni. La determinazione del volume di trading è, pertanto, finalizzata a constatare la nostra dinamica di conto, e nulla più. Altrimenti, il vincolo sarebbe rappresentato non dal volume di trading, bensì dal fatturato netto, ove conta solo l’entità degli utili.

L’offerta può cambiare da broker a broker

Ogni piattaforma di opzioni binarie incorpora caratteristiche differenti in base a:

  • gli asset offerti ed effettivamente disponibili
  • il calendario di trading, differenziato per tipologia di opzioni. Per alcune tipologie di opzioni (ad es. one touch) potrebbero essere previste delle limitazioni di orario
  • il tipo di opzioni disponibili. Non tutti offrono le 30 secondi, non tutti offrono le opzioni coppia. Ciò non vuol dire assolutamente che un broker sia migliore di un altro. Non esiste una piattaforma migliore di un’altra ma esiste quella su misura delle nostre esigenze
  • gli strumenti di personalizzazione dell’investimento (ad es. possibilità di selezionare coppie prefissate rischio-rendimento attraverso le opzioni builder, possibilità di cedere le opzioni prima della scadenza ed a quali condizioni, raddoppio dell’esposizione su un singolo trade, posticipazione della scadenza in caso di chiusura out the money, autotrade o reimpiego automatico da parte della piattaforma dei flussi di guadagno)
  • rendimenti offerti per tipologia di opzioni e trade minimi richiesti
  • promozioni in corso (ad es. tot trade a rischio minimo assicurati, bonus di un certo rilievo)
  • segnali tecnici o di trading di supporto all’investimento. Non è detto che siano importanti ma possono fare parte dell’offerta extra del broker da associare alle nostre personali analisi tecniche e fondamentali. L’eventuale presenza di software di supporto. L’assistenza ed il training personale di formazione del trader.

Abbiamo cercato di sintetizzare i principali elementi di raffronto fra le piattaforme di opzioni binarie. Il nostro intento è stato quello di darvi gli elementi principali affinché possiate orientare la vostra scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *