Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Come scegliere una piattaforma di opzioni binarie

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

vantaggi topoption

Ogni investimento in opzioni binarie è fatto nella consapevolezza di poter perdere, ma anche guadagnare (rischio calcolato). L’importante è che tutte le scelte siano consapevoli e senza emotività da stress che è poco adatta, se unicamente presa, per investire in strumenti finanziari derivati offerti da piattaforme di opzioni binarie o broker con regolare licenza europea.

I broker da preferire sono quelli regolamentati perché ci danno maggiori garanzie sulla regolarità delle operazioni proposte e dei corsi real-time (alcune piattaforme non regolamentate funzionano, infatti, senza alcun nesso con quello che accade nella realtà, creando un mercato virtuale interno dove la domanda e l’offerta fanno il valore finale dell’asset.

In questo caso, poco contano i fondamentali o l’analisi tecnica, nonché siamo maggiormente tutelati e garantiti dal rimborso dei fondi, in caso di fallimento del broker o piattaforma di opzioni binarie. Anzi, ogni broker dovrebbe riportare informazioni sulla tutela dal rischio.

Deposito e trade minimo dei broker

Non è sufficiente porsi l’obiettivo di depositare il meno possibile per rischiare il meno possibile del proprio capitale. Bisogna anche tenere conto dell’investimento minimo richiesto per ogni singola e distinta operazione di trading.

Potrete vedere i broker da noi consigliati con i relativi dettagli qui e valutare voi stessi il più conveniente per le vostre esigenze. Cliccando direttamente sul logo del broker verrete indirizzati alla pagina principale dove potrete consultare, in loco, tutti i termini e le condizioni utili.

Alcuni broker di opzioni binarie offrono trade minimi differenziati, a seconda del tipo di operazione.

Solitamente, la regola ideale fra deposito minimo e trade minimo è nell’ordine del 5%. Ma ognuno può personalizzare il profilo sulla base del rischio/rendimento. Talune piattaforme offrono le opzioni builder in cui si può autonomamente impostare quanto rischiare del proprio capitale e quanto guadagnare in caso di esito previsionale positivo.

Gli altri elementi da valutare prima di scegliere la piattaforma opzioni binarie

Vi facciamo un veloce promemoria di quei dettagli che potrebbero farvi apprezzare una piattaforma meglio delle altre, su misura delle vostre esigenze:

  • La funzionalità del servizio. Solitamente, i broker regolamentati sono altamente efficienti, in termini di resa dei servizi. A noi interessa non solo che i prezzi siano quelli reali di mercato ma anche che non vi sia un gap di tempo tra il momento di invio dell’ordine ed il momento in cui l’ordine viene processato, quei gap millimetrici che talvolta significano tanto. Nel contesto delle opzioni binarie a breve termine, tale questione si presenta di meno, al punto che quando le opzioni binarie sono pressoché prossime alla scadenza vi sono alcuni broker che chiudono la contrattazione. Gli orari in cui funziona il trading devono essere quelli in cui i mercati sono aperti, se i prezzi sono quelli reali. Non si hanno bisogno di applicativi per fare trading con le opzioni binarie. Non deve essere un criterio selettivo la presenta o meno di software di analisi tecnica, dato che possiamo raggiungere una solida preparazione ed elaborare i dati anche con semplici software di analisi statistica. In fondo, il trading è o non è basato sulla probabilità che un determinato evento atteso si verifichi? La funzionalità che ci interessa è unicamente quella della piattaforma di opzioni binarie.  Un buon modo per testare la funzionalità è provare un conto demo gratuito, che sia però la riproposizione fedele del servizio real time.
  • I prodotti offerti. Non tutti i broker offrono lo stesso tipo di opzioni. Vi saranno alcuni che offriranno le opzioni binarie 30 secondi ed altri che partono da quelle di 1 minuto.
  • La lista dei sottostanti su cui possiamo investire. Non è ampia, alla stessa maniera, per tutti i broker.
  • Le regole amministrative e di gestione del rischio vigenti per ogni piattaforma. Leggete bene la parte informativa sui profili dei conti, su che cosa includa il pacchetto in offerta (limiti ed estensione del servizio di assistenza), sulle condizioni del bonus (limiti minimi all’incasso del bonus, limiti al prelievo dal conto dopo il bonus), su eventuali limitazioni in ordine all’ammontare minimo prelevabile, presenza di commissioni o spese (solitamente, il trading in opzioni binarie non comporta commissioni di trading, rispetto ai CFD, ma è sempre bene leggere l’informativa di dettaglio) ed ogni altra condizione utile.
  • Le opzioni di personalizzazione dell’investimento. Non tutti i broker permettono di vendere le opzioni prima della scadenza, posticipare la scadenza (roll over), raddoppiare l’impiego di capitale.
  • Il rimborso in caso di non azzecco previsionale. Non sempre è preferito, in quanto comporta un minore rendimento ma, in determinati casi, può essere un utile meccanismo per gestire correttamente il rischio.

Questi sono solo alcuni dei criteri per potervi orientare tra una piattaforma e l’altra. Vi possiamo consigliare di testarne più di una prima di fare la scelta definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *