Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Come si proietta il target con la figura “testa e spalle”

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

analisi tecnica

Il “testa e spalle” (head and shoulders in inglese) è una configurazione grafica appartenente alla dottrina classica dell’analisi tecnica. Questa figura appare proprio come una testa con due spalle e la linea del collo.

Rispetto ai pattern come il rettangolo, il triangolo o la flag, il testa e spalle si presta a un’interpretazione maggiormente soggettiva. Tuttavia, non è difficile riconoscere questo modello grafico. Inoltre, quando appare ha una buona affidabilità da un punto di vista statistico.

Questo pattern indica la formazione di un’ampia area di massimo del mercato e quindi prepara il trader a una potenziale discesa delle quotazioni. Esiste poi anche la versione rialzista: in questo caso abbiamo un testa e spalle “rovesciato”.

Il grafico in basso relativo al tasso di cambio AUD/USD, il cosiddetto Aussie, mostra un tipico testa e spalle ribassista su un grafico giornaliero. Si riescono a intravedere chiaramente la testa, le due spalle e la neckline, ovvero la linea del collo che funge da supporto. E’ proprio la violazione dell’area di supporto a creare le condizioni per l’attivazione di un trade short.

A volte, prima del crollo definitivo dei prezzi, avviene un return move delle quotazioni verso l’area di supporto (o neckline) che diventa ora una resistenza. Una delle cose più interessanti è però il calcolo dell’area di target, supponendo che l’ingresso avvenga come stabilito sul breakout ribassista del supporto.

testa e spalle aussie

Il calcolo è molto semplice. Bisogna tracciare una linea ideale che va dalla testa alla neckline. Così si conoscerà subito l’ampiezza della figura. A questo punto bisogna aggiungere questo valore dal punto di ingresso, che dovrebbe corrispondere alla neckine.

Nella figura riportata in alto sull’Aussie si può vedere come proiettare il potenziale take profit. Chiaramente il trade management cambia a seconda dello stile operativo adottato dal trader. Un position trader dovrebbe seguire il ragionamento appena effettuato, mentre uno swing trader avrà senza dubbio l’esigenza di chiudere il trade molto prima del livello proiettato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *