Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Come vincere con le opzioni binarie sfruttando le tendenze

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

migliori broker opzioni binarie

Oggi cerchiamo di cogliere alcuni utili approcci che ci possono consentire di ottenere dei risultati di riguardo, attraverso l’analisi delle tendenze “di fondo” o primarie dei prezzi, a livello intraday.

Alcuni traders propendono a considerare anche le tendenze secondarie dei prezzi, quelle che sono determinate da deviazioni transitorie dei prezzi.

Un utile strumento di analisi tecnica che ci permette di sfruttare le tendenze è rappresentato dall’analisi delle candele giapponesi (in inglese, nota come candlestick analysis).

I dettagli da non trascurare con le candele giapponesi

Innanzitutto, ci dobbiamo chiedere il tipo di intervallo temporale di riferimento per la nostra analisi, se ci concerne maggiormente un trading intra-day veloce e tattico o se intendiamo fare un’analisi dello “spettro di variazione” dei prezzi maggiormente incentrato sull’orizzonte di lungo periodo.

Supponiamo che vogliamo sfruttare solo la tendenza di breve periodo dei prezzi, con particolare riguardo alle quotazioni del petrolio che ultimamente sono tenute sotto pressione.

L’esempio è estrapolato da una delle più efficienti piattaforme di trading binario, ovvero 24Option.

petrolio

Il greggio ancora sta lasciando gli investitori perplessi, dato che è caratterizzato da continue picchiate dei prezzi. Attualmente, l’oil, senza distinguere tra petrolio Brent e petrolio Wti, si pone a quota 46,210, un livello addirittura al di sotto dei 50 dollari al barile, livello dei prezzi che era stato individuato come la soglia massima raggiungibile dai prezzi, pena l’anti-economicità della continuazione della produzione, alle attuali condizioni.

Vediamo un riquadro rappresentativo basato sull’analisi delle candele giapponesi, giusto per farvi capire un ipotetico modo di ragionare:

candele2

Qui possiamo notare alcune candele marubozu (sono le candele lunghe che non presentano né ombra superiore né ombra inferiore) che spesso indicano un’inversione di tendenza molto forte, come infatti si è verificato dopo qualche piccolo segnale di conferma. Notiamo anche una fase tendenzialmente rialzista alla fine (ciò significa che in quei lassi di tempo, il prezzo di chiusura è sistematicamente maggiore del prezzo di apertura). Il frame rate, pure se di 1 solo minuto, non è troppo piccolo considerata l’alta “volatilità” di questi giorni delle quotazioni del petrolio che, malgrado il calo costante delle quotazioni, sembra caratterizzarsi di picchi intra-day abbastanza definiti.

Le candele giapponesi si prestano bene al tentativo di interpretare la tendenza di fondo della dinamica dell’asset ma vi sono anche altri modi, forse da accostare insieme, che ci permettono di raggiungere lo stesso obiettivo. Tra questi possiamo citare:

  • l’utilizzo di oscillatori e stocastici di mercato. In particolare, possiamo affermare che alcuni indicatori ci permettono di cogliere, in tutta evidenza, la predominanza della domanda o dell’offerta, e quindi le pressioni “toro” (rialziste) o “orso” (ribassiste)
  • la costruzione di trend line, congiungendo i punti di massimo intra-day che ci interessano o i punti di minimo. In questo modo, possiamo capire se il mercato è o meno in una fase di surriscaldamento.
  • le medie mobili, anche se, rispetto agli altri metodi di analisi tecnica che sono istantanei, queste possono incorporare qualche “ritardo”, dovuto al fatto che i prezzi tendono ad aumentare in modo predominante o a diminuire

L’analisi tecnica ci offre sicuramente molti e variegati spunti da utilizzare e da selezionare, a seconda del contesto di analisi, che potremmo prendere in considerazione. Molta attenzione, però, è da fare nel mixare i vari strumenti a nostra disposizione, in modo da avere più conferme attendibili sulle previsioni da fare riguardo alla dinamica dei prezzi del sottostante.

Per chi volesse testarne l’efficacia, anche i software di segnali di opzioni binarie sono degli ottimi supporti per l’analisi, dato che consentono di avere una visione immediata e tattica degli andamenti interessanti su cui focalizzare il proprio livello di attenzione. Ricordate, però, che non vanno mai usati separatamente da tutto l’apparato tecnico a nostra disposizione per interpretare, nel miglior dei modi, il mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *