Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Cosa è la licenza Cysec? E’ veramente importante?

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

broker forex

La licenza Cysec è concessa da uno degli enti garanti più severi in ambito europeo ed attesta l’affidabilità e la solidità del broker. Così come per la licenza Cysec, ciò vale, in linea di massima, per ogni altra autorizzazione ad operare, quale impresa di investimento, rilasciata nel territorio europeo.

Potrebbe essere revocata una licenza Cysec? Certamente, dal momento in cui il broker manca dei requisiti di affidabilità patrimoniale e finanziaria che garantiscono il consumatore da eventuali default del broker, cosa che è sempre possibile, trattandosi di società che traggono redditività di esercizio.

Chiaramente, meglio scegliere piattaforme, a questo punto, controllate per depositare i nostri soldi presso intermediari giudicati affidabili e che ci garantiscano, inoltre, un minimo di rimborso (ad es. 20.000 euro) in caso di fallimento.

Come possiamo controllare se è presente la licenza Cysec?

Ogni broker è tenuto a rispettare gli oneri di trasparenza con il cliente indicando tutte le informazioni indispensabili relativamente a:

  • tipo di autorizzazioni presenti presso la piattaforma
  • numero di licenza e nome dell’Ente gerente
  • eventuale documentazione, in ordine al rispetto dei requisiti di adeguatezza patrimoniale e finanziaria richiesti dalle autorità garanti.

Ecco ad esempio come Anyoption ottempera a tale onere, indicando con il dovuto dettaglio le autorizzazioni ad operare, nonché il nome con il quale è registrata (in questo caso, si tratta della società “Ouroboros Derivatives Trading Limited”), come potete notare nel riquadro seguente, tratto direttamente dal sito della Consob:

ouro

Per ogni broker potete verificare la presenza delle relative licenze, avendo l’accortezza di verificare che il nome della Società indicato corrisponda effettivamente con il broker scelto. Noi vi proponiamo una lista di broker autorizzati ad operare in Europa, sicuri ed affidabili con i quali non potete commettere errori.

Che cosa può succedere se scegliamo un broker non autorizzato?

Potremmo perdere tutti i soldi senza la possibilità di accampare pretese fondate di diritto per esigere il rimborso di parte o della totalità dei fondi previsti.

Le autorità garanti si occupano proprio di evitare questi inconvenienti, verificando la liceità dell’operato del broker, non solo dal punto di vista formale, ma anche ponendo attenzione alle linee di condotta dal punto di vista patrimoniale e finanziario, cosa molto importante (ad es. la separazione tra il patrimonio del broker ed i conti dei depositanti è uno dei requisiti previsti da alcune autorità garanti).

Si sta lavorando per l’armonizzazione delle regole, dato che vi sono autorità garanti particolarmente severe (e tra queste la Cysec in primis) ed enti garanti che sono, diciamo, un po’ meno rigidi. In ogni caso, scegliere un broker autorizzato, in ambito europeo, è caldamente consigliato se vogliamo sentirci tutelati in quanto consumatori e risparmiatori europei.

Le licenze europee non sono poche, come possiamo notare nel riquadro sottostante tratto da Anyoption che, così come gli altri broker regolamentati, informa sull’estensione della sua licenza e sul dominio territoriale:

licenza3

Rivolgersi a piattaforme affidabili è una delle prerogative per fare del buon trading sicuro, in cui se si perdono i soldi è solo da addebitare alla nostra unica responsabilità, assumendoci consapevolmente i nostri bei rischi, con tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione. Sarebbe un vero peccato perdere i nostri soldi solo per esserci fidati di broker non autorizzati ad operare in ambito europeo?

Ma chi ci avverte del fatto che alcune piattaforme siano illecite o non autorizzate? Le autorità garanti stesse comunicano tra di loro. Quella che dobbiamo avere noi come punto di riferimento è senz’altro la Consob. Come potete notare, è all’ordine del giorno l’aggiornamento della lista con l’indicazione dei broker non autorizzati e la possiamo tenere sotto d’occhio periodicamente, in modo da evitare errori.

26

Fidiamoci solo dei broker autorizzati, e quindi delle piattaforme non segnalate quali broker che operano senza essere autorizzati. Se le stesse imprese di investimento dovessero fallire, possiamo autenticamente dire di essere stati truffati perché nessuno si sentirà obbligato a tutelarci, in tal caso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *