Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Crollo per Herbalife. Schema di Ponzi?

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

schema di Ponzi

Chiusura in rosso per le quotazioni del 12/03/2014 di Herbalife che perde ben il 9%. Notizia vuole che tale società, quotata a Wall Street ed operante nel campo degli integratori alimentari, sia stata accusata di adottare un modello piramidale nelle vendite, analogo a quello conosciuto come “Schema di Ponzi”.

Visto che si tratta di un concetto assai famoso per il mondo della finanza e degli hedge fund, vediamo di che cosa si tratta.

Come funziona lo Schema di Ponzi?

L’accusa ha preso piede stesso da uno dei proprietari di un “hedge fund” (fondi a risparmio gestito, di natura speculativa) che ha contestato una presunta pratica illecita da parte di Herbalife. Certamente bizzarro e forse con qualche conflitto d’interesse che sia proprio un personaggio della speculazione ad aver causato il tonfo della quotazione. Ne avrà approfittato, seppur per quel breve periodo?

Vediamo in breve cosa si intende per “Schema di Ponzi”, di modo che possiate giudicare se si tratti di un’accusa infamante o meno.

In pratica, viene costituita una sorta di struttura piramidale atta alla vendita (ipotizziamo al collocamento di uno strumento finanziario nelle mani di altri investitori e risparmiatori).

Il primo investitore contattato acquista il titolo a costi praticamente nulli, in quanto gli viene promesso la resa del costo iniziale, come se si trattasse di una sorta di deposito cauzionale, maggiorato di ulteriori rendimenti. Tale investitore non è tenuto a ricercare altri sottoscrittori del valore quotato, ma chiaramente, nel caso riesca a procurarne di nuovi, sarà certamente ben ricompensato.

Con lo schema di Ponzi, si ha il progressivo ampliamento di tale processo di “scambio di favori” con cui ciascun nuovo investitore, a sua volta, promette di remunerare l’altro del costo di acquisto al lordo dei profitti. Sta poi ai vari partecipanti, che cercano di applicare in nero una sorta di modello di titoli a rendimento garantito, ostacolare il crollo dello schema piramidale di Ponzi attraverso, ipoteticamente, una proficua ri-destinazione degli utili che, in questo modo, non sono infruttiferi ma funzionali a mantenere in vita lo schema di Ponzi stesso.

E’ certo che tale modo di approcciare il mercato possa rappresentare un meccanismo di influenza delle quotazioni, in quanto condiziona la domanda. Può essere una buona prerogativa di investimento per i trend-follower del trading. Sta a voi decidere se tali manovre siano o meno lecite, essendo il libero pensiero sempre consentito.

2 Responses to Crollo per Herbalife. Schema di Ponzi?

  1. GiBi ha detto:

    Non ho capito molto dello schema Ponzi, ma far crollare le azioni herbalife per motivi speculativi non mi sembra molto etico. Herbalife utilizza il network marketing non lo schema ponzi, mi sembrano accuse create ad hoc per speculare.

    • admin ha detto:

      Fortunatamente non siamo noi a decidere sulla questione, ma a tal proposito è intervenuta la S.E.C., Securities Exchange Commission. Se si tratta solamente di accuse infamanti a scopo speculativo, o se nella realtà Herbalife ha un sistema di lavoro illegale e non ammesso dalla legge si vedrà. Dal canto mio posso solo dire che Herbalife vende prodotti del piffero a prezzi spropositati che io non acquisterei mai, ma fortunatamente siamo nel libero mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *