Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Euro/Dollaro perde più di 100 pip dopo le parole di Draghi

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Ieri è stata una giornata molto interessante per tutti i trader di opzioni binarie sul forex, in quanto è avvenuto un forte aumento della volatilità intraday a seguito delle dichiarazioni effettuate da Mario Draghi nel corso di una cerimonia tenutasi a Vienna in onore dell’economista Joseph Schumpeter, uno dei maggiori esponenti dell’economia del XX secolo. Il governatore della BCE ha affermato che la forza dell’euro inizia ad essere molto rilevante e che quindi l’istituto monetario di Francoforte è pronto ad agire in maniera decisiva qualora fosse necessario.

Ancora una volta le parole di Draghi hanno avuto un notevole impatto sul forex. Sul finire di luglio 2012 risollevarono l’euro da una profonda crisi, decretando un cambio di marcia spettacolare; ora potrebbero generare una brusca inversione, dopo il recente boom della moneta unica.

Gli effetti delle parole di Draghi si sono subito visti ieri sera sul mercato delle valute, in particolare sull’euro. Infatti il tasso di cambio EUR/USD, che nel corso della giornata era salito fino a 1,3967 sui massimi da oltre due anni, ha iniziato a perdere terreno e alla fine è crollato fin sotto 1,3850 registrando così un passivo intraday superiore ai 100 pip a partire dai top di giornata. Se si osserva attentamente il grafico a 60 minuti del cambio euro/dollaro, si può notare come sia avvenuta una brusca inversione del trend a partire dai massimi di periodo che ha spinto i trader di breve termine esposti dal lato long a coprirsi velocemente per non subire perdite eccessive.

euro dollaro

La forte direzionalità short e l’aumento della volatilità hanno senza dubbio spinto i trader in opzioni binarie a puntare sul ribasso del cambio, in particolare con scommesse del tipo “basso” e “one-touch”. La moneta unica ha subito forti perdite anche nei confronti di altre valute blasonate, in particolare rispetto allo yen. Infatti il cross euro/yen è crollato ieri di oltre 250 pip dai massimi di giornata, scendendo fin sotto quota 141.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *