Fineco in borsa. Unicredit in sordina

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

logo_tradersleaderDeposito minimo 50$

Trade minimo 1$


Visita Tradersleader

fineco unicredit

Unicredit aveva disposto per la quotazione in borsa della partecipata di minoranza Fineco. Tale operazione, sponsorizzata da Mediobanca, avverrà entro la fine del mese.

Il titolo di Unicredit non ha molto risentito di tale clima positivo per effetto delle indagini in corso che vedono implicato il gruppo Unicredit, insieme a Bnl, Mps e Banca Popolare di Bari, per usura bancaria.

No, l’accusa non riguarda i prestiti personali in sé e per sé, altrimenti sarebbe stata una mossa sin troppo poco avveduta applicare degli interessi superiori ai tassi soglia stabiliti da Bankitalia.

L’operazione protagonista dell’indagine di reato è rappresentata dalle anticipazioni di conto corrente.

Come ben sapete, in questo caso, gli interessi si pagano sul credito effettivamente utilizzato. In forma, tutto sembrava in piena regola con il TAEG, nei crismi della legge.

Ma, in realtà, la base imponibile su cui veniva applicato il tasso era rappresentata dall’ammontare totale e non da quello effettivamente impiegato.

La trappola più comune e non la prima volta. Spesso succede anche, all’atto dell’estinzione anticipata di un prestito, dove, per determinati importi, sono ancora facoltative le commissioni di estinzione anticipata. Anche esse incidono percentualmente sul credito, ma dove devono essere applicate? Sul debito residuo e non sull’intero credito concesso.

Chiaramente, è scattata la denuncia e, per il momento, sono in avvio gli accertamenti.

Unicredit: scia di incertezza sul titolo

Oggi (13/06/2014) apre in ribasso il titolo Unicredit (-0,82%), sicuramente sotto l’ondata dei processi che vedono coinvolto il suo buon nome. A comprova di ciò vediamo che anche gli altri bancari coinvolti nell’indagine sono in calo: Bnl (-1,22%) e, in misura ancora maggiore, la Mps (-2,44%)

Raffiche di vendite e ri-destinazione per i titoli bancari summenzionati.

Secondo alcune previsioni, invero un po’ azzardate, il titolo Unicredit supererà tale tormenta provvisoria per poi balzare sul terreno positivo, sul fronte della quotazione di Fineco. Puntate long sul titolo Unicredit in un orizzonte di medio-lungo termine destinate a chiudersi verso fine mese o entrata tattica sul mercato.

La quotazione delle partecipate di minoranza è una strategia adottata da molte banche che tendono, pertanto, a ramificare ed a sezionare i propri segmenti operativi (e da qui il problema che ci si pose a livello normativo di rendere indipendenti il settore bancario da altri settori complementari, come quello assicurativo, di modo da evitare abusi di posizione dominante): i vertici ripongono speranza, nel caso di Unicredit, che ciò abbia un impatto positivo sui requisiti di capitalizzazione, ed in particolare sul Core Tier 1, soprattutto in vista degli stress-test.

E come al solito, quando i titoli bancari di maggiore spicco vanno male, viene trascinata nel malumore anche Piazza Affari.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>