Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Forex: Come costruire i livelli Camarilla?

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

forex camarilla

Il mercato obbligazionario ed azionario presenta delle rilevanti divergenze, rispetto al mercato del forex, più liquido e forse meno di routine.

Ciò nonostante si è ben riusciti nell’impresa di adattare strumenti di analisi tecnica, richiedenti un’ottica statica e di medio/lungo termine, ad esigenze di più breve gittata (anche intra-day), come il Forex.

La scuola di pensiero dinamica del Forex pone le sue radici nell’identificazione di un “punto di rotazione” (in gergo, detto neckline), alla base dell’osservazione del movimento dei prezzi intraday nel suo sentiero secondario, rispetto al trend dominante di medio/lungo termine.

Utili, a tal proposito, i livelli di Fibonacci, i punti Pivot ma anche senz’altro i livelli Camarilla (e forse anche di più) di cui elencheremo, in sintesi, le principali caratteristiche.

Come si costruiscono i livelli Camarilla?

Abbiamo bisogno di conoscere, in un’ottica intra-day, i seguenti dati:

  • Il prezzo massimo della giornata precedente = A
  • Il prezzo minimo della seduta precedente = B
  • Il prezzo di chiusura della giornata precedente = C

Possiamo, così, determinare i nostri punti pivot, i nostri livelli di supporto e di resistenza.

In particolare, queste sono le tecniche di calcolo utilizzate:

  • Punto Pivot = (A+B+C)/3 = P1
  • Primo livello di Resistenza dei livelli Camarilla = 2 (Punto Pivot) – B = R1
  • Primo livello di Supporto = 2 (Punto Pivot) – A = S1
  • Secondo livello di resistenza = P1 – S1 + R1 = R2
  • Secondo livello di supporto = P1 – R1 + S1 = S2

Vengono ricorsivamente ricostruiti altri 2 livelli di supporto e resistenza.

Perchè sono utili i livelli Camarilla?

In sintesi, la strategia supportata dall’impiego di tali equazioni prevedenti la determinazione di ben 4 livelli di supporto e ben 4 livelli di resistenza.

Il punto Pivot, in un’ottica intra-day (investimento di brevissimo termine) rappresenta il punto di rotazione. Il punto Pivot, risultante dalle equazioni Camarilla non è da confondere con i classici e diffusi Pivot Point, utilizzati insieme alle bande di bollinger.

Che cosa è il punto di rotazione? Si tratta dell’elemento di riferimento, attorno al quale avviene il movimento dei prezzi, sia in partenza sia in punto di ritorno. Il ritorno è sempre verso il punto Pivot o punto di rotazione. Insomma, il punto di rotazione rappresenta una sorta di magnete per la nostra analisi tecnica. Il punto di ritorno verso il Pivot avviene tanto più il trend occasionale dei prezzi si allontana dalla line di rotazione definita nel nostro grafico di analisi tecnica.

I primi livelli di supporto e di resistenza sono il nostro primo elemento-base di analisi da lì dobbiamo cercare di anticipare il movimento direzionale dei prezzi (livelli di Camarilla strategici). Essi sono anche detti “zona cuscinetto”, in quanto i prezzi tenderanno a gravitare maggiormente in tale area principale per poi eventualmente cambiare direzione.

I secondi e terzi livelli di supporto e resistenza rappresentano, le possibili inversioni di tendenza.

I quarti livelli di supporto e resistenza sono quelli da prendere in considerazione per fissare gli stop-loss.

Come si può constatare, tale supporto strategico è stato adattato per il Forex direzionale intra-day. E’ però da dire che i livelli di Camarilla non siano adatti per ogni tipo di sottostante. Si prestano bene per il forex, forse più degli altri livelli-soglia, in quanto la zona-cuscinetto è quella che spesso caratterizza granparte dei pair di valute all’inizio ed alla chiusura della contrattazione. I rimbalzi ed i movimenti si hanno a cavallo tra apertura e chiusura di seduta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *