Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Gli hedge fund all’assalto dell’Italia. Trend following?

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

italia hedge fund

Lo scenario che sta caratterizzando il mercato è, a dir poco, strabiliante. Sembra che tutto dica: “Europa, Europa” e, da quanto emerge dalle recenti notizie anche “Italia, Italia”. Esponiamo brevemente le evidenze fattuali, che possano suffragare quanto affermato.

Sembra proprio che, malgrado il tanto decantato spread “Btp-Bund” sia ai minimi rispetto all’allarme rosso di solo qualche anno fa, l’andamento a piazza affari continui improvvisamente a segnare fasi negative, in modo altalenante a sedute positive.

Ciò non sembra abbia a che fare con l’”effetto Ucraina” che ha avuto meno scompiglio di quanto, in realtà, ci si attendesse, fatto salvo, in modo più spiccato, il crollo del rublo russo.

Pare proprio che ci siano movimenti di compra-vendita, potenzialmente destabilizzanti  il mercato.

Forte domanda per i bancari a Piazza Affari. Gli Hedge fund.

E’ ormai certo l’interessamento da parte degli hedge fund (investitori istituzionali statunitensi o fondi a risparmio gestito americani) verso l’Italia, ed in particolare verso il comparto bancario, dopo aver abbandonato i mercati emergenti.

Notizia ufficiale dal comunicato Consob del 14 marzo è che un Hedge Fund americano molto conosciuto (si tratta niente di meno che di “Black Rock”) ha preso posizione sul comparto bancario Unicredit, quotato a Piazza affari, diventando così il primo azionista.

In parallelo, tira forte il comparto bancario a Piazza Affari (volata di Ubi Banca che si è attestata in seduta del 12/03 su pressappoco il +5% e per la quale Wall Street solo nello scorso mese ha acquistato una partecipazione rilevante), attenuando l’andamento negativo della borsa, che colpisce malamente anche il settore del lusso e della moda che era da sempre stato il “fiore all’occhiello” per la borsa italiana (ad es. Salvatore Ferragamo ha chiuso quasi al -3% nella seduta del 12/03).

E’ stato chiesto di giustificare il forte interessamento verso il mercato italiano ai dirigenti dei più noti hedge fund: gli elementi che presumibilmente orienterebbero la loro domanda sono i prezzi bassi dei titoli e le prospettive di sviluppo dell’Italia, confermate anche da una delle agenzie di rating più quotate (Fitch si è espressa negativamente, nei confronti dell’Italia, solo riguardo alla disoccupazione; secondo la stessa agenzia di rating essa non accennerà a diminuire).

Tali notizie sono come un “fulmine a ciel sereno”, ma in uno scenario turbolento ed ottimista, per un’ Europa che ha appena ricevuto AAA da parte dell’agenzia di rating Moody’s che le ha passato l’outlook da negativo a stabile. Non stupiscono, quindi, le mosse degli hedge funds statunitensi. Tutto non fa una piega.

Queste sono ottime informazioni strategiche per chi è interessato ad investire su possibili trend rialzisti su Piazza Affari, seguendo il trend (strategia di trend following).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *