Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Guadagnare con le opzioni binarie sfruttando le quotazioni giornaliere

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

guadagnare soldi

Molti sono gli approcci per cercare di ottenere guadagni con le opzioni binarie ma quello che non dobbiamo mai dimenticare è che ogni asset ed ogni mercato fa le sue regole e richiede che il tipo di sottostante sia quanto più adeguato al tipo di strategia adottata.

Ad esempio, in alcuni asset e per determinate condizioni di mercato, prevale la volatilità a scanso della direzionalità e viceversa. Noi cercheremo di sfruttare o l’una o l’altra, adeguando lo stile di trading.

Ecco una sintesi degli strumenti più utilizzati.

L’importante è avere una visione allargata

Ogni strumento utile per sfruttare le quotazioni giornaliere, fornito dall’analisi tecnica o da cognizioni matematiche, a sé stante ha un’utilità limitata (i suoi pregi ed i suoi difetti) e necessita di essere associato agli altri strumenti di trading utili.

Facciamo alcuni esempi.

Cominciamo a scegliere uno degli asset su cui basare le nostre previsioni economiche tenendo conto di:

  • gli ultimi eventi economici
  • il sentiment di mercato
  • il rapporto peso forza del cambio, rispetto ad entrambe le valute

Oggi prendiamo, in considerazione, a titolo di esempio il cambio Eur/Jpy:

yen1

Ultimamente stiamo assistendo a poco entusiasmo degli investitori su tale pair, al punto che continua il tendenziale apprezzamento dello yen giapponese rispetto all’euro forte. Oltrepassata la soglia di supporto il cambio continua a scendere e neanche vi sono sufficienti forze per controbilanciare tale andamento. Predominano, quindi, i ribassisti.

Da certi punti di vista, lo yen continua a conservare lo status di valuta rifugio, dato che il cambio lo tiene bene, ed anche se il Giappone propende, per preferenze proprie di politica monetaria, a non farlo apprezzare più di un certo livello.

Dobbiamo cercare di capire per non sbagliare la previsione (e possibilmente senza tirare ad indovinare) se il prezzo di mercato sarà inferiore (basso o put) o superiore (alto o call) al prezzo di apertura del trade. Il mercato ha continuato la fase ribassista fino alle 17:45 come potete notare dal seguente riquadro ma quello che conta è che abbiamo scelto un prezzo, non importa di quanto, superiore: se, ad esempio, ci fossimo posizionati al minimo intra-day, prima del movimento di rafforzamento dello yen (ci vogliono meno yen per acquistare un’unità di euro), di conseguenza avremmo messo a repentaglio l’obiettivo put.

Con le opzioni binarie per sfruttare le quotazioni giornaliere bisogna imparare ad entrare nel mercato e, in base al punto di ingresso, decidere la previsione, come possiamo notare nel riquadro sottostante.

ingressoyen

Entrare nel punto A, vuol dire porsi molto probabilmente al rialzo, a prescindere dal fatto che lo yen si apprezzi. Quindi, sceglieremo Call. Entrare nel punto B, vuol dire porsi al ribasso, dato che si tratta del più alto punto di massimo intraday.

Una domanda sorge spontanea: ma come facciamo ad entrare col giusto tempismo proprio nel punto A o nel punto B? Spesso le piattaforme potrebbero processare con qualche secondo di ritardo l’ordine, anche a causa della linea poco efficiente dei nostri server, ad esempio. Semplice, dobbiamo muoverci d’anticipo e far partire l’ordine prima di arrivare in A, se stimiamo che la previsione ha un buon grado di confidenza (nel senso che il prezzo alla scadenza è sufficientemente lontano quello che basta dal prezzo di apertura). L’assenza di troppe pressioni e di eccesso di liquidità del mercato dello yen ce lo rende più direzionale, che volatile. Il Sol Levante è un listino particolare che mantiene tale caratteristica, anche durante gli orari di negoziazione (orientativamente alle 1:00 di notte).

Ecco alcuni degli strumenti che possono permetterci di sfruttare le quotazioni giornaliere.

Le candele giapponesi ci tornano utili e perché? In questo caso molto. Vediamo perché (scegliamo un frame rate di 5 minuti)

candele

Abbiamo modo di avere più visibile la dinamica di trend. Che cosa notiamo appena dopo le 16:50? Una marubozu (quella candela senza ombre che vedete posta, dopo il trend dominante rialzista, fatto salvo qualche swing transitorio). Ci indica, quindi, che il trend rialzista non si è ancora concluso. Dovete sapere una caratteristica importante delle candele marubozu che molti hanno notato nella realtà: solitamente i successivi livelli di supporto o di resistenza sono posti giusto in corrispondenza del corpo centrale. Quindi, abbiamo qualche “speranza” probabilistica che i prezzi scendano e si mantengano attorno a 146,40, entro la scadenza che si approssima. A questo punto decidiamo, quindi di porci al rialzo, non appena notiamo una pressione rialzista più debole (le prime candele rosse seguite da corpi centrali verdi sempre più sottili).

Simultaneamente alle candele giapponesi, vi consigliamo di ricorrere ad altri importanti strumenti di analisi tecnica, ed in particolare gli oscillatori e gli stocastici.

Guadagnare con le opzioni binarie richiede un certo criterio e molto metodo, in ragione del mercato che osserviamo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *