Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Il sentiment del Forex e l’analisi tecnica

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

forex sentiment

Il Forex è il mercato più liquido (grossa alternanza fra alti volumi di transato e fasi di congestione o consolidamento del mercato) e, pertanto, è quello che, rispetto al mercato azionario, è maggiormente soggetto alla leva emotiva.

E ciò fintanto si continua a ripetere essere una scelta pessima quella di entrare in scena e tradare quando non si ha la massima lucidità a livello emotivo.

Mediare in perdita deve essere solo un’eventualità ben calcolata. Meglio mediare in utile che andare controcorrente. Gli animal spirits non vengono posti in analogia con l’emotività, ma con il vero sentiment del Forex: quell’euforia di ottimismo o di pessimismo che conduce a cogliere la direzione da prendere nelle contrattazioni, quella giusta, quella vincente.

L’ottimismo o il pessimismo (sentiment) si può leggere?

Ci chiediamo se possiamo capire se ci troviamo in una fase del mercato forex “Orso” o “Toro” e se ciò siamo in grado di leggerlo attraverso i vari strumenti di analisi tecnica che abbiamo a disposizione.

Sostanzialmente è possibile.

Vediamo cosa dovremmo riscontrare in una fase forex “Orso”:

  •  Stiamo trattando di contesto forex; quindi, alla base ci sono sempre le notizie economiche e di finanza che possono influenzare il corso dei cambi e, in primo luogo, il sentiment degli operatori del forex. Un momento di pessimismo improvviso del mercato sarà sicuramente osservabile attraverso gli oscillatori di medio-lungo termine (ad es. momentum), così come quelli di forza relativa. E’ momento di pessimismo e quindi ci sarà un iper-venduto (puntate trade short).
  • Il nesso finanziario tra prezzi (progressivo crollo) e tassi di rendimento vedrà quest’ultimi a livelli di picco, in particolare nel breve termine
  • Empiricamente, è risultato, ma ciò non è sempre vero, che le fasi Orso siano una danza lenta delle aspettative rispetto al sentiment ottimista delle fasi Toro. Quindi, potremmo avere, a prescindere da indicatori elevati di forza relativa elevati, improntanti sulla forza dei venditori rispetto ai compratori, degli indicatori di oscillazione bassi di medio/lungo termine

Può sembrare strano, ma uno dei fattori più importanti per distinguere fra fase forex Orso e fase forex Toro è la struttura dei ritardi, non essendo sempre possibile capire l’euforia o il pessimismo di mercato dagli indicatori di forza relativa o dalle trend-line. Per questo, gli oscillatori svolgono un ruolo essenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *