Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Pair euro/dollaro ai massimi. Il Forex trepida ma…

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

L’euro continua ad apprezzarsi nei confronti del dollaro, ma con rimbalzi all’indietro. Sul fronte delle delusioni, nel campo dei nessi tra fondamentali e borsa, se per gli altri oggetti di investimento o valori quotati (ad es. titoli pubblici, azioni, obbligazioni) si è assegnato il ruolo primario al mercato (la cosiddetta legge del banditore), per le valute il peso primario lo continuano ad avere le aspettative degli investitori.

Volendo considerare che sono le aspettative a governare la scelta di acquistare o disinvestire (per i fondi a risparmio gestito) o di scommettere “a lungo” o “a corto”, in ogni caso, vi è sempre al centro l’aspetto psicologico della comunità dei micro-investitori.

Nell’occhio del mirino il pair euro (Valuta base) /dollaro (Valuta quotata) che al 09/03/2014 si assesta su 1,3894. La ricorsa, nella seduta precedente (oltre quota 1,39), nei confronti del dollaro, del super-euro, pare essersi afflosciata. Speculare nel pair euro/dollaro è, quindi, diventato estremamente incerto. Subito crollati gli entusiasmi di chi era pronto ad utilizzare le opzioni pair, continuando a puntare, a scadenza, su un apprezzamento dell’euro nei confronti del dollaro.

Per quale motivo stiamo vivendo tale contesto di incertezza?

1)    Da una parte della bilancia, vi è la ripresa economica degli USA che, molto probabilmente, determinerà, come annunziato dalla Fed, un freno della politica del tapering (iniezione di liquidità). Ciò ha anche inciso sull’allontanamento degli investitori istituzionali (fondi a risparmio gestito) dalle economie dei paesi emergenti, e l’avvicinamento verso l’Europa

2)    Dall’altra parte della bilancia, vi è l’annuncio da parte della Bce dei rimborsi LRTO. Ma ciò non pesa più di tanto, quanto l’ostentazione degli investitori a continuare a domandare euro, facendo apprezzare la valuta.

Quindi, il risultato finale (rischio-coppia o rischio-pair) dipende da quanto il dollaro (valuta quotata) si apprezzi nei confronti dell’Euro (valuta base). Il rischio-coppia riguarda tutte le operazioni di speculazione che tengono conto di un andamento differenziale. E’ il caso anche dell’investimento sullo “spread” Btp/Bund tedeschi.

Ecco perché il Super-euro giunge a fasi di picco nei confronti del dollaro, per poi arenarsi. L’artefice è sempre il mercato, dominato dalle aspettative. Sino ad adesso, gli investitori non si sono fatti condizionare dai recenti annunzi di politica monetaria dell’Europa e hanno continuato ad acquistare euro, facendolo così apprezzare. Non si crede, però, che la situazione possa continuare a lungo, anche se l’euro-zona applica una certa visione della policy che premia la valuta forte, certamente un vantaggio per l’import.

Le aspettative per il forex sul cross Euro/Dollaro

Vi sono tutti i presupposti per un rally, in controtendenza, Euro/Dollaro, anche sul fronte delle preferenze di politica economica dell’Euro-zona. Ma i recenti annunci della Bce non sembrano realizzare con maggiore probabilità tale scenario, in quanto non sembra che si voglia giungere al deprezzamento dell’Euro nei confronti del dollaro (policy maker vs policy taker)

A questo punto, per chi vuole investire sul pair Euro (valuta base)/Dollaro (valuta quotata), dovrà puntare su un apprezzamento dell’Euro o del Dollaro? Neanche l’annuncio sugli LRTO ha destato interesse, in quanto la sua incidenza sui tassi repo non riguarderà affatto alcuni gruppi bancari che sono esposti nei confronti della Bce in maggiore misura a lungo che a breve termine.

Tale investimento è diventato a medio/alto rischio, in quanto sembra risentire di una sorta di disputa politica tra grandi blocchi continentali.

Più interessante il pair Euro/Valute emergenti, una frontiera di speculazione più audace e forse meno incerta nei risultati di rimbalzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *