Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Quando conviene utilizzare le opzioni binarie builder

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Opzioni builder

Le opzioni binarie builder, come forse già saprai, sono una particolare tipologia di opzioni binarie i cui parametri possono essere scelti in totale libertà dal trader che ne fa uso. Il parametro più importante è il rischio/rendimento. Tale parametro consente al trader di impostare una percentuale di rimborso in caso di perdita semplicemente diminuendo la percentuale di profitto, in questo modo, per ogni punto percentuale sottratto al profitto vi sarà un punto percentuale rimborsato in caso di perdita.

A prima vista potrebbe anche essere scontato diminuire semplicemente l’esposizione al rischio, ossia, il capitale investito, per ottenere lo stesso risultato che si otterrebbe aumentando la percentuale di rimborso in caso di perdita, invece, non è affatto così.

Perché conviene utilizzare le opzioni binarie builder

Bisogna ricordare che le opzioni binarie hanno un trade minimo, ossia, una somma di capitale minima da investire, bene, investendo in opzioni binarie builder tale somma può essere diminuita. Infatti, se investiamo ad esempio 10€ con un rimborso del 20% è come se avessimo investito 8€. Inoltre, va ricordato che non sempre il trader ha l’assoluta certezza che un dato segnale porti ad un esito più che probabile, accade infatti che vi siano circostanze in cui l’investimento assume un rischio maggiore, in tal caso possiamo certamente intervenire investendo in opzioni binarie builder ed impostando una percentuale di rimborso accettabile in caso di perdita.

Oltre alla percentuale di rischio/rendimento, che rappresenta certamente il parametro più importante, il trader ha la possibilità di scegliere anche la scadenza, impostando liberamente sia le ore sia i minuti, in questo modo si può ad esempio impostare una data di scadenza basandosi sulla pubblicazione dei dati macroeconomici che, statisticamente, influenzano il mercato. Se si vuole seguire questa strategia bisogna tenere in considerazione che i dati macro hanno una influenza che va dai 30 minuti ai 60 minuti dopo la pubblicazione, ciò significa che puoi impostare la data di scadenza partendo dalla pubblicazione del dato macro economico di tuo interesse calcolando 30 o 60 minuti in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *