Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Sterlina sempre più appesantita dai leave

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

asset opzioni binarie

La sterlina ha aperto in calo la sessione odierna, evidentemente appesantita da sondaggi che hanno mostrato un tendenziale aumento dei leave nei confronti dei remain. In altri termini, coloro che si dichiarano concordi nel voler uscire dall’Unione Europea continuano a recuperare terreno rispetto a quanto invece avviene nel fronte opposto, coloro che desiderebbero rimanere nell’area UE.

In particolare, il sondaggio di YouGov vede i remain scendere pericolosamente sotto quota 40 per cento, da 42 per cento a 39 per cento e i leave, di contro, salire di altrettanto da 43 per cento a 46 per cento. Ne deriva che lo svantaggio dei remain sale da 1 punto percentuale a 7 punti percentuali rispetto all’intervista precedente di venerdì. Gli indecisi però restano stabili al 15 per cento, il che suggerisce di interpretare con una certa cautela i risultati di questo sondaggio.

Un altro sondaggio, condotto da ICM online, ha invece visto salire i remain da 41 per cento a 42 per cento e di altrettanto i leave da 45 per cento a 46 per cento, lasciando invariato il margine di svantaggio dei remain a 4 punti percentuali rispetto all’intervista condotta una settimana prima. In questo caso gli indecisi scendono da 14 per cento a 12 per cento.

Il sondaggio della stessa ICM, condotto però telefonicamente, vede aumentare i remain da 38 per cento a 43 per cento (+5 punti percentuali) e di poco più i leave da 40 per cento a 46 per cento (+6 punti percentuali) con un aumento modesto del margine di svantaggio dei remain da 2 punti percentuali a 3 punti percentuali: vi è in questo caso però il segnale di un effettivo aumento delle preferenze per Brexit viene offerto dall’ampio calo degli indecisi che scendono da 21 per cento a 11 per cento (-10 punti percentuali).

Insomma, la lettura integrata di tutti gli ultimi sondaggi vede un incremento effettivo dei leave, che sono intesta nella maggior parte dei sondaggi condotti finora in giugno, laddove la maggior parte di quelli di maggio dava i remain in testa: va però detto che il numero di sondaggi di maggio era molto superiore al numero di quelli di giugno, che coprono solo le prime due settimane del mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *