Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Su quali asset investire per guadagnare con le opzioni binarie?

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

asset opzioni binarie

Come scegliere le attività migliori per fare trading con le opzioni binarie

La scelta degli asset più convenienti e redditizi è in funzione delle nostre preferenze di trading. Vediamo, di seguito, alcuni esempi con le migliori piattaforme di opzioni binarie.

Innanzitutto, che cosa sono gli asset? Sono i sottostanti a cui è legato il valore assunto dall’opzione binaria che, pertanto, è uno strumento finanziario derivato. Essi si distinguono in indici (qui potete leggere un approfondimento sul Ftse Mib), commodities, azioni, pair di valute.

Ogni sottostante ha le sue caratteristiche intrinseche che possono rendere o meno interessante l’investimento, a seconda di quello che si cerca:

  • volatilità: è il tipo caso dei pair di valute più transati o degli stock di azioni con alto volume di scambi

  • reattività ai fondamentali, di natura stagionale o ciclica: immancabili, allora, le materie prime. In alcuni momenti, le azioni sono interessate da imponenti volumi di scambio (la società ha reso trasparenti le ultime previsioni di fatturato o è in procinto di concludere un accordo di fusione societaria). I rumours economici possono concernere anche le valute (ad es. annunci di politica monetaria).
  • cattura di una performance media di mercato. Gli indici sono i preferiti di chi non si vuole esporre su singoli sottostanti, anche se non sempre riflettono perfettamente una media di valori, ma sono appositamente corretti, in base a determinati parametri di calcolo, volta per volta definiti. I future rappresentano un mercato, distinto e separato, dai loro coetanei “indici”.

Non ci resta, visto che è impossibile generalizzare, offrirvi degli spunti pratici.

Asset su cui investire nel lungo termine

Non sempre si preferisce un trading veloce e tattico in cui bisogna individuare attraverso l’analisi tecnica ed i vari indicatori segnaletici (ad es. candele giapponesi, oscillatori, stocastici) il giusto momento di ingresso sul mercato. A tal fine possono essere interessanti anche le opzioni binarie a brevissimo termine (ad es. 30 secondi).

Vi è chi propende, invece, a cercare di tenersi aggiornato sulle ultime notizie economiche per individuare, a livello di reattività ciclica del sottostante, cosa farà o meno il prezzo di mercato, rispetto a:

  • un prezzo target fissato dal broker
  • un prezzo-arbitrario definito dall’istante iniziale in cui si negozia l’opzione binaria
  • un intervallo o range fissato dal broker

Su tali asset, solitamente, si investe non con una certa frequenza intra-day (che non supera la sessione corrente di trading) ma anche su intervalli più lunghi. Solitamente, si tratta delle commodities, e delle coppie di valute meno transate e, quindi, più reattive ad annunci temporanei. Sulle coppie di valute più transate vi è anche una componente “speculativa” della domanda che finisce col renderle meno reattive ai rumours economici dell’ultima ora.

Le materie prime hanno, volenti o nolenti, un ciclo stagionale, in quanto si caratterizzano di una dimensione quantitativa non per intero controllabile dal mercato. Quindi, i protagonisti internazionali finiscono inevitabilmente coll’essere i maggiori importatori ed esportatori. Chi investe, in base alle notizie economiche, non può non trascurare le commodity dove conta anche l’analisi tecnica, ma opportunamente integrata con l’analisi fondamentale.

goldoptionweb

 

Tale opzione binaria scade il 20/08/2014 alle 17:10 e ci consente di guadagnare il 75%. E’ offerta da OptionWeb, tra i migliori broker.

Non vi sono rumours economici che si mostrano potenzialmente destabilizzatori dell‘oro. I periodi di “fuoco” per investire in tale sottostante sono verso fine anno-inizio anno. A metà anno, l’analisi tecnica tende a prevalere su quella fondamentale.

Abbiamo già assistito nei giorni scorsi allo sforamento del livello dinamico di resistenza pari a quota 1325 dollari. Ma non si crede che il valore arrivi  per il 20/08/2014 a scendere nuovamente intorno ai livelli di supporto dinamici individuati attorno a 1290. Quindi, non saremmo propensi per una put, dato che neppure abbinando le candele giapponesi ci sembra di individuare delle candele ribassiste. Piuttosto il mercato sta attraversando una transitoria fase di consolidamento che è quella che preferiamo per acquistare una call. E’ ottimo il livello di prezzo 1304,92. Sulla base di queste considerazioni, prevediamo che il prezzo di mercato sarà superiore per la seconda volta a 1304,92 tentando di raggiungere nuovamente il livello di resistenza dinamico attorno a 1320. Sarebbe utile cercare di individuare candele “rialziste” ma siamo più propensi a credere che si abbia una temporanea indecisione del mercato.

Questo è un esempio di come bisogna ragionare su asset molto legati ai fondamentali “stagionali” e con una “ridondanza” ciclica di mercato, dove il lungo periodo di osservazione è preferibile a lassi istantanei, veloci e tattici di trading.

In genere, anche se non è sempre vero, tutte le commodities, salvo picchi stagionali, sono asset su cui investire nel lungo periodo, monitorando analisi tecnica e fondamentale.

Lo stesso vale per le coppie di valute poco transate, in corrispondenza di rumours economici per nulla trascurabili e per alcune azioni di colossi societari, in corrispondenza di fasi “cruciali” della vita aziendale. Insomma, qui non è un trading veloce e tattico, teso a “cavalcare” l’onda entro intervalli brevi o comunque non superiori alle 24h. Si tratta di un trading strategico. Tale impronta di trading binario sembra favorire anche la scelta degli indici, anche se non tutti. I future e quegli indici le cui determinanti sono meno agganciate alle performance media della base campionaria sono più adatti al breve termine, soprattutto se con una volatilità sganciata dai fondamentali.

Guadagnare con le opzioni binarie significa anche scegliere il giusto investimento, su misura delle proprie preferenze di trading, e di conseguenza l’asset che ha le caratteristiche ideali per il nostro stile

Asset volatili su cui investire nel brevissimo-breve termine

Oltre alle coppie più transate, una menzione di riguardo la meritano i bitcoins che stanno mostrando una volatilità di tutto rilievo.

Ecco un esempio, tratto da TopOption.

bitcoins

Anche se tale opzione binaria è impostata sul medio termine, dal grafico sovrastante, notiamo come il range di valori attorno a cui si muove il sottostante sia particolarmente elevato (da 496 a 498) e sono presenti frequenti swing intraday (balzi di ritorno), rispetto al caso precedente in cui il mercato tende a concentrarsi in una determinata area superiore, centrale o inferiore, seguendo un certo ciclo. Qui, non si vede un ciclo “ripetitivo” ed è più difficoltoso individuare veri e propri livelli dinamici di supporto e resistenza. Non si possono chiamare in appello neanche i fondamentali economici che per i bitcoins sembrano contare a poco o nulla.

Proprio per questo tali opzioni binarie si rivelano adatte per un trading tattico che, attraverso l’osservazione empirica, cerca di rintracciare quei picchi transitori entro i quali impostare un trade di brevissimo termine (30s, 60s).

Ma se non riusciamo ad avere una performance media apprezzabile con i prezzi-obiettivo perché non scegliere le opzioni binarie-coppia, in cui dobbiamo avere la capacità di inquadrare la performance relativa (e non il prezzo finale) raggiunta dalla coppia di sottostanti posti in raffronto?

Potreste anche cambiare del tutto strategia adottano la “tattica dei cicli“, un trading indifferenziato senza direzionalità di breve o medio lungo termine che sfrutta i “singhiozzi” del mercato. In questo caso, tutti gli asset possono fare buon brodo, anche i sottostanti “sottili”, ovvero con minori volumi di scambio o emergenti. Ma, da tale punto di vista, è da vedere cosa ci offrono i broker. Alcune piattaforme possono prevedere, a seconda del profilo-cliente, asset addizionali su richiesta. Questa è la politica di OptionWeb.

Concludiamo, non esistono degli asset migliori ed ideali per tutte le esigenze. Ma l’importante è che prima di scegliere il sottostante su cui investire per guadagnare con le opzioni binarie, cerchiamo sempre di condurre un ragionamento, suffragato o meno dall’analisi tecnica, tattico/strategico, oppure senza alcuna dimensione temporale (volatilità Vs direzionalità).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *