Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Trading binario sui Bitcoin dopo il fallimento di Mt.Gox

Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

iqoption_logo_miniDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

In Italia i Bitcoin (BTC) sono conosciuti più per la loro chiave speculativa che per le finalità commerciali, come sta avvenendo in America e in Asia. Ad attirare l’attenzione di centinaia di trader italiani sono state le violentissime oscillazioni dei prezzi dei cambi del Bitcoin, in particolare BTC/USD e BTC/EUR.

Molti piccoli risparmiatori hanno accettato la nuova proposta in ambito del trading online, iniziando a puntare anche piccole cifre per lucrare grosse somme in poco tempo. In effetti molti trader retail hanno ottenuto belle soddisfazioni dal trading sui Bitcoin. Molte piattaforme di trading hanno iniziato a fornire servizi per la compravendita di derivati legati ai BTC, come ad esempio Anyoption. con le opzioni binarie.

Insomma si può fare trading sui BTC anche senza esserne possessori reali. Il recente crack della piattaforma giapponese Mt.Gox, la più grande al mondo per la compravendita di BTC, ha in effetti fatto più male ai possessori reali di Bitcoin piuttosto che agli speculatori italiani sui derivati.

In pratica i trader italiani che speculavano sui BTC, e che avevano come sottostante le quotazioni di Mt.Gox, sono semplicemente passati a un’altra piattaforma. Quindi, non esiste un vero problema di trading sui BTC dopo la bancarotta di Mt.Gox. Si guadagna e si perdere in base alle oscillazioni del mercato.

Il Bitcoin, che si muove praticamente 24 ore su 24 e 7 giorni no-stop, ha un valore che si aggira intorno ai 550 USD. Il 10 febbraio il cambio USD/BTC ha subito un brutto scivolone fino a 102, ma poi si è risollevato evidenziando come al solito la sua estrema volatilità di breve termine.

Una volatilità che fa gola ai tanti trader in opzioni binarie sui BTC e chi utilizza anche i CFD per il trading in leva. E’ chiaro che nei prossimi giorni l’impatto del crack di Mt.Gox dovrà essere valutato con maggiore attenzione, ma al momento si può continuare a fare trading sui BTC magari solo con un occhio alla piattaforma da utilizzare per gli scambi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *